Breaking down…

I never imagined my body would rebel from me the way it has. My thesis project is literally suffocating me and the worst part is the only person who helped me yesterday only helped because I give very good advice apparently.


I felt like Malificent when she woke up and realized her wings were gone. Around ten pm it felt as if someone ripped my wings off, followed by choking, followed by throwing up. After this I calmed myself down and collected all my fiber things and moved it to my studio space, and left space for me to lay down.

Listening to my Yurima playlist really calms me down, but then Cannon in D started playing. So being extremely pathetically honest I’ve been talking to this one guy secretly for two years and till yesterday I realized it was just a game… (Ridiculous of me I know…) and the thing is, if you knew how wide i’d smile anytime I’d see him or such, you’d think I’ve found the real thing, or so I thought.

Any who as I recollected myself I was laying down in fetal position and I couldn’t move a muscle and as tears rolled down my face I blacked out. And I’ve never ever wanted to disappear so bad before…

Now later on my friend found me there and I realized this because suddenly I woke up by his voice, but then he continued with his love dilemma. And what sucks the most is I’ve never felt more alone.

Here he is talking about this amazing girl and how he’s madly in love with her regardless of the distance while I’m single as fuck. So you can imagine exactly how excruciating it’s become to listen to each word. Although I’m glad to help, irregardless of these emotions.

I’ve never felt this alone before….

The only positive part is, this is absolutely amazing for my art work. Every piece included I’ve spiritually put my whole self into. I’ve put myself to sleep wrapped around some of the sections religiously. Which reminds me, maybe I do need to go to church again.

It’s not like I hate mass, I just hate feeling so worthless inside a church. But ce la vie…

Let’s see what’s to come next.

kusonpoet:

"What happens once a person eludes the darkness they were raised in? They experience happiness Pleasure  Enjoyment… Pain finally seems bearable.. It doesn’t hurt as much as it use to..
But what happens once your pushed back into that tenebrous? You second guess everything Even the joy you finally felt that is real… You lose faith  Hope  Trust…
Once again the chase is on. We’re chasing the light While the somber pitch black chases us….”-Kuson

kusonpoet:

"What happens once a person eludes the darkness they were raised in?
They experience happiness
Pleasure
Enjoyment…
Pain finally seems bearable..
It doesn’t hurt as much as it use to..

But what happens once your pushed back into that tenebrous?
You second guess everything
Even the joy you finally felt that is real…
You lose faith
Hope
Trust…

Once again the chase is on.
We’re chasing the light
While the somber pitch black chases us….”-Kuson

photohiplap:

“- Dal punto di vista dello spirito, crudeltà significa rigore, applicazione e decisione implacabile, determinazione irreversibile, assoluta. La crudeltà è prima di tutto lucida, è una sorta di rigido controllo, di sottomissione alla necessità. Non si ha crudeltà senza coscienza, senza una sorta di coscienza applicata. Uso il termine crudeltà nell’accezione di appetito di vita, di rigore cosmico, di necessità implacabile, nel significato gnostico di turbine di vita che squarcia le tenebre, nel senso di quel dolore senza la cui ineluttabile necessità la vita non potrebbe sussistere. Mi sembra infatti che la creazione e la stessa vita possano essere definite soltanto da una sorta di rigore, e quindi da una fondamentale crudeltà, che conduce a qualunque costo le cose alla loro ineluttabile conclusione.- Antonin Artaud” (via cartolineinutili)
Zoom Info
photohiplap:

“- Dal punto di vista dello spirito, crudeltà significa rigore, applicazione e decisione implacabile, determinazione irreversibile, assoluta. La crudeltà è prima di tutto lucida, è una sorta di rigido controllo, di sottomissione alla necessità. Non si ha crudeltà senza coscienza, senza una sorta di coscienza applicata. Uso il termine crudeltà nell’accezione di appetito di vita, di rigore cosmico, di necessità implacabile, nel significato gnostico di turbine di vita che squarcia le tenebre, nel senso di quel dolore senza la cui ineluttabile necessità la vita non potrebbe sussistere. Mi sembra infatti che la creazione e la stessa vita possano essere definite soltanto da una sorta di rigore, e quindi da una fondamentale crudeltà, che conduce a qualunque costo le cose alla loro ineluttabile conclusione.- Antonin Artaud” (via cartolineinutili)
Zoom Info
photohiplap:

“- Dal punto di vista dello spirito, crudeltà significa rigore, applicazione e decisione implacabile, determinazione irreversibile, assoluta. La crudeltà è prima di tutto lucida, è una sorta di rigido controllo, di sottomissione alla necessità. Non si ha crudeltà senza coscienza, senza una sorta di coscienza applicata. Uso il termine crudeltà nell’accezione di appetito di vita, di rigore cosmico, di necessità implacabile, nel significato gnostico di turbine di vita che squarcia le tenebre, nel senso di quel dolore senza la cui ineluttabile necessità la vita non potrebbe sussistere. Mi sembra infatti che la creazione e la stessa vita possano essere definite soltanto da una sorta di rigore, e quindi da una fondamentale crudeltà, che conduce a qualunque costo le cose alla loro ineluttabile conclusione.- Antonin Artaud” (via cartolineinutili)
Zoom Info

photohiplap:

“- Dal punto di vista dello spirito, crudeltà significa rigore, applicazione e decisione implacabile, determinazione irreversibile, assoluta. La crudeltà è prima di tutto lucida, è una sorta di rigido controllo, di sottomissione alla necessità. Non si ha crudeltà senza coscienza, senza una sorta di coscienza applicata. Uso il termine crudeltà nell’accezione di appetito di vita, di rigore cosmico, di necessità implacabile, nel significato gnostico di turbine di vita che squarcia le tenebre, nel senso di quel dolore senza la cui ineluttabile necessità la vita non potrebbe sussistere. Mi sembra infatti che la creazione e la stessa vita possano essere definite soltanto da una sorta di rigore, e quindi da una fondamentale crudeltà, che conduce a qualunque costo le cose alla loro ineluttabile conclusione.- Antonin Artaud”
(via cartolineinutili)

nonsosorridere:

è strano, vagare nella nebbia!
Isolata è ogni pietra, ogni cespuglio;
Non c’è albero che l’altro veda,
Tutti sono soli.
Pieno di amici era il mio mondo
Quando chiara era la vita mia;
Adesso, che calata la nebbia 
Non ne vedo più nemmeno uno.
Certamente non può essere saggio
Chi non conosca le tenebre
Che, ineluttabili e lievi, 
Da tutto lo separano.
è strano vagare nella nebbia!
La vita è solitudine.
Non c’è uomo che altro non conosca, 
Tutti sono soli.

nonsosorridere:

è strano, vagare nella nebbia!

Isolata è ogni pietra, ogni cespuglio;

Non c’è albero che l’altro veda,

Tutti sono soli.

Pieno di amici era il mio mondo

Quando chiara era la vita mia;

Adesso, che calata la nebbia 

Non ne vedo più nemmeno uno.

Certamente non può essere saggio

Chi non conosca le tenebre

Che, ineluttabili e lievi, 

Da tutto lo separano.

è strano vagare nella nebbia!

La vita è solitudine.

Non c’è uomo che altro non conosca, 

Tutti sono soli.

isonmusic:

Equinox, aequus (equal) and nox (night), after six months of light we welcome the darkness.To all of you guys in the northern hemisphere, we would like to wish a marry Mabon, Secunda, first day of Fall! And if you are in the southern hemisphere, happy Ostara, Primiera, first day of Spring! You lucky ones…
Equinozio, aequus (uguale) and nox (notte), dopo sei mesi di luce accogliamo le tenebre.A tutti voi dell’emisfero nord un felice Mabon, Secunda, primo giorno d’Autunno!E se siete nell’emisfero sud, buona Ostara, Primiera, primo giorno di Primavera! Beati voi…

isonmusic:

Equinoxaequus (equal) and nox (night), after six months of light we welcome the darkness.
To all of you guys in the northern hemisphere, we would like to wish a marry Mabon, Secunda, first day of Fall!
And if you are in the southern hemisphere, happy Ostara, Primiera, first day of Spring! You lucky ones…

Equinozioaequus (uguale) and nox (notte), dopo sei mesi di luce accogliamo le tenebre.
A tutti voi dell’emisfero nord un felice Mabon, Secunda, primo giorno d’Autunno!
E se siete nell’emisfero sud, buona Ostara, Primiera, primo giorno di Primavera! Beati voi…